logo zic

Italia '900 anarchici e movimento operaio

copertina

Antonio Orlando e Angelo Pagliaro
CHICO IL PROFESSORE

Vita e morte di Francesco Barbieri, l'anarchico dei due mondi
Prefazione di Francisco Madrid Santos
Coedizione La Fiaccola e Zero in Condotta
pp. 352 EUR 22,00
ISBN 978-88-95950-31-0

I pochi e scarni ritratti che restano di Francesco Barbieri ci consegnano un personaggio scomodo, un anarchico forte, energico, determinato, passionale che suscitava sentimenti contraddittori ed opposti: o un'immediata antipatia o una simpatia spontanea. "Era tutto per gli altri e sapeva ritirarsi a tempo quando la sua innata timidezza lo avvertiva che non eran pi&ugrve; necessari i suoi piccoli enormi servizi", afferma uno dei suoi compagni. Un altro libertario racconta:" Barbieri era uno che veniva dall'America del Sud; era un mezzo assaltatore di banche, aveva i nervi sfatti e viveva a suon di pastiglie "perché lui era un mezzo gangster". In quasi tutta la letteratura esistente, il nome dell'anarchico calabrese viene sempre associato a quello di Camillo Berneri, che seppe apprezzare e valorizzare le sue qualità di uomo coraggioso capace di grandi sensibilità e generosità e, al contempo, di grande fermezza e sangue freddo quando le condizioni lo richiedevano.
I due autori hanno cercato di ricomporre i tanti frammenti di una vita avventurosa vissuta tra la Calabria, il Sud America e l'Europa e conclusasi tragicamente, durante il conflitto spagnolo, nel corso dell'ultimo, cruento scontro fratricida tra anarchici e comunisti.

[Giugno 2013]

Segnalazioni e recensioni

per problemi relativi a queste pagine: web-zic@zeroincondotta.org